Gli interventi di rinoplastica, profiloplastica, otoplastica e blefaroplastica possono modificare l’aspetto del viso.
Il naso occupa la porzione centrale del viso e ne determina fortemente l’aspetto complessivo e insieme agli occhi “parla” di noi. Il viso é lo specchio della psiche e della nostra personalità. Chi ci guarda si fa un’idea del nostro temperamento: aggressivo, collerico, insicuro, sereno. Un naso largo, lungo o irregolare determina un aspetto disarmonico del viso ed é questo che spinge il paziente a consultare un chirurgo.

Rinoplastica

La rinoplastica é un intervento per questo affascinante sia per il chirurgo che la esegue per le molteplici tecniche che possono essere scelte per realizzarla, sia per il paziente che decide di sottoporvisi per le aspettative di cambiamento che l’intervento determina. La rimozione del bendaggio é un momento atteso dal chirurgo per osservare il risultato del suo operato e dal paziente che vuol vedere il nuovo aspetto del suo viso. Approfondisci l’argomento —->

Profiloplastica

Intervento di profiloplastica a Bari - prima e dopo

La profiloplastica è un intervento di rimodellamento del mento che viene eseguito nei pazienti che hanno un mento sfuggente. Associato alla rinoplastica ci consente di modificare completamente il profilo del paziente.

Blefaroplastica

intervento di chirurgia estetica blefaroplastica prima e dopo Bari

Non meno importante è l’aspetto degli occhi. Le borse di grasso e l’eccesso di pelle alterano con gli anni gli occhi dando al viso un aspetto stanco e particolarmente invecchiato. La blefaroplastica può ridare quella freschezza che il tempo ha fatto perdere. Approfondisci l’argomento —>

Otoplastica

Intervento prima e dopo otoplastica Bari

Discorso diverso va fatto per le orecchie. Le “orecchie a sventola” sono spesso motivo di derisione per i bambini ed i ragazzi e di imbarazzo per gli adulti. L’otoplastica consente di correggere il difetto ed l’unico intervento di rimodellamento della cartilagine che può essere eseguito anche in età prescolare, perché la cartilagine del padiglione è l’unica che continua a svilupparsi e a crescere regolarmente anche se modificata chirurgicamente.

Tutti gli interventi, ad eccezione dell’otoplastica nei bambini, possono essere eseguiti in anestesia locale e sedazione.