Quali sono i tempi di recupero per la rinoplastica?

Il tempo principale di recupero è quello della “presentabilitá”. Il paziente ha un bendaggio gessato sul naso che viene rimosso dopo 8-10 giorni. Inevitabilmente a seguito dell’intervento, compaiono dei lividi intorno agli occhi che scompaiono in 12-15 giorni. Al di là di questo, se il paziente se ne sente in grado, può riprendere le sue attività lavorative anche prima di 15 giorni.

Qual è la differenza tra la rinoplastica chiusa e la open?

Nella tecnica chiusa non ci sono incisioni cutanee visibili. Nella tecnica open si incide la cute della columella (la struttura in pelle che divide le due narici). Una corretta sutura evita danni estetici. In caso di naso torto o di revisioni, la tecnica open consente una migliore gestione e un migliore consolidamento della struttura del naso.

Nella chirurgia funzionale del naso ci sono segni visibili sul viso?

No. Sia nella chirurgia tradizionale che in quella endoscopica non ci sono segni sul viso determinati dall’intervento. Il paziente può riprendere le sue attività appena ne è in grado anche dopo 3-4 giorni.

La chirurgia dell’orecchio è sempre eseguibile in endoscopia?

Si nelle perforazioni semplici, nel caso di otiti croniche senza colesteatoma e nell’otosclerosi. Nel colesteatoma è eseguibile se la patologia non si estende alle cavità posteriori dell’orecchio che non sono esplorabili in endoscopia. In questi casi è eseguibile un intervento con tecnica combinata endoscopica e tradizionale.